Il Miglior Condizionatore

Il condizionatore può essere utilizzato per il raffreddamento, per la ventilazione, per deumidificare l’ambiente ma anche per riscaldare nei periodi primaverili ed autunnali. La maggior parte delle volte viene usato per raffreddare il proprio appartamento, casa o ufficio durante il periodo estivo, cioè nei mesi di luglio, giugno e agosto.

L’ondata di caldo e le temperature oltre i 38 gradi Celsius rendono il ventilatore da camera un prodotto meno efficiente per il raffreddamento e diventa quindi necessaria una soluzione più funzionale, cioè l’acquisto di un condizionatore.

Un condizionatore di qualità è silenzioso, consuma poca energia ed ha molte funzioni utili per mantenere la temperatura desiderata.

In Vendita 1
Climatizzatore Hisense Easy smart 12000 Btu A++ R32 CA35YR01G
  • Condizionatore Climatizzatore Inverter
438,00 €
  Vedi su Amazon
In Vendita 2
In Offerta
Samsung Clima AR12NXFPEWQNEU+AR12NXFPEWQXEU Climatizzatore Quantum
  • 2 Step Cooling. Lavora alla massima potenza per raggiungere rapidamente ...
429,99 €
  Vedi su Amazon

Come Scegliere

Vi invitiamo a prendere in considerazione questi criteri per comprare un condizionatore che si avvicini il più possibile alle vostre esigenze.

1. Tipo

Esistono due tipi di condizionatore principali sul mercato:

  • classico: è composto da due unità separate; quella esterna (contiene il compressore e l’agente di raffreddamento) e quella interna (azionata con un telecomando e responsabile della diffusione dell’aria nella stanza).
  • portatile o mobile: ha il vantaggio di poter essere spostato con facilità da una stanza ad un’ altra ma il maggior svantaggio è che necessità di un foro più grande per evacuare l’aria (come una cappa). Inoltre, occupa uno spazio maggiore ed ha una efficienza inferiore, dal momento in cui il foro di evacuazione esce dalla finestra, lasciando così entrare il calore dall’esterno.

Il mio consiglio è acquistare un condizionatore classico, poiché non occupa spazio, ha un numero maggiore di funzioni ed è più efficiente.

2. Capacità di raffreddamento (BTU)

La capacità di raffreddamento di tutti i climatizzatori si misura in BTU/h (British Terminal Unit all’ora). Questa è un’unità di misura per il potere termico usata come unità standard in tutta Europa per tutti i climatizzatori.

Troverete la capacità di raffreddamento espressa in BTU nella descrizione tecnica di tutti i climatizzatori; quelle che si incontrano più spesso corrispondono ad una capacità di 9.000, 12.000 e 18.000 BTU.
Questa è la caratteristica più importante del prodotto e permette di capire se è in grado o meno di mantenere la temperatura desiderata nella stanza dove si intende montarlo.

Nel caso il condizionatore avesse una capacità BTU troppo bassa:

  • non sarà in grado di raffreddare la stanza in maniera adeguata

Se il condizionatore dovesse avere una capacità BTU troppo alta:

  • Il rumore sarà più forte
  • si spegnerà/accenderà più spesso e questo comporterà una diminuzione della durata della vita del prodotto

Come calcolare la capacità BTU che ti serve?

Per avere una stima della capacità BTU necessaria, bisogna prendere in considerazione più criteri, soprattutto collegati ai fattori che generano calore. I principali sono:

  • il volume della stanza (lunghezza x larghezza x altezza)
  • la dimensione delle finestre, se le finestre sono semplici oppure in PVC ecc
  • il grado di isolamento termico della stanza
  • l’orientamento verso il sole durante la giornata della stanza
  • il numero di persone solitamente presente nella stanza
  • il numero e il tipo di elettrodomestici solitamente utilizzati nella stanza (computer, stampante, televisione…), considerando che questi generano a loro volta calore.

Non è molto semplice fare un calcolo perfetto, ma è possibile eseguire una stima in maniera relativamente semplice. Per una stanza comune (lunghezza 5m x larghezza 3m x altezza 3m), isolata in maniera adeguata e senza molte altre fonti di calore sono sufficienti 9.000 BTU, ma se nella stanza ci sono molte apparecchiature elettroniche (computer, televisione) che vengono usate spesso, una o due persone che trascorrono molto tempo in quella stanza, allora si consiglia un condizionatore da 12.000 BTU.

Per una stanza da letto si consigliano 9.000 BTU, mentre per un soggiorno 12.000 BTU.

Su internet esistono calcolatori di BTU come questo qui (selezionate metri e Celsius) e questo qui.

3. Tipo di split

  • monosplit: tipo più diffuso in commercio, con una unità interna ed una seconda esterna
  • multisplit: due o più unità interne e una sola unità esterna. Solitamente, sono a doppio split, cioè con 2 unità all’interno che possono essere montate anche in stanze diverse e una sola unità e una sola unità esterna

4. Tecnologia Inverter

Questa è una tecnologia che assicura una efficienza maggiore e comporta un consumo energetico più basso del 30%. L’inverter viene usato per controllare la velocità del motore del compressore e contribuisce ad ottenere una efficienza maggiore per l’abbassamento della temperatura della stanza.

5. Classe energetica e consumo

Ogni dispositivo è dotato di una scheda energetica che indica i valori del consumo del condizionatore. La classe migliore si trova all’inizio dell’alfabeto (A) e man mano che si passa alle successive lettere (B,C,D…) la performance del condizionatore diventa inferiore. Allo stesso modo, la classe A+ è migliore della classe A, così come la classe A++ è migliore della classe A+. Tra la classe A, A+ e A++ la differenza è comunque molto piccola.

In conclusione, è consigliabile acquistare un condizionatore classe A oppure A+ . Inoltre, se il vostro budget ve lo consente, acquistate un condizionatore con tecnologia Inverter.

6. Rumorosità

Questo è un ulteriore fattore molto importante che potrebbe essere determinante nella scelta di un condizionatore. Controllate accuratamente il numero di decibel (db) e scegliete il condizionatore con il livello di rumorosità più basso possibile, cioè il più silenzioso. Una unità interna può essere compresa tra 20 e 35 db mentre una esterna tra 25 e 70 db. I condizionatori Daikin sono rinomati per il loro basso grado di rumorosità.

7. Filtri

I filtri hanno una grande importanza per quanto riguarda la qualità dell’aria che respiriamo e influenzeranno la nostra salute. Dei filtri di qualità garantiscono che i microbi e la polvere non saranno diffusi nell’aria e l’aria introdotta nella stanza, quella da voi respirata, sarà così più pulita.

Un condizionatore di qualità può avere uno o più tipi di filtri, che possono essere:

  • filtri di plastica: progettati per bloccare le particelle di polvere. Sono riutilizzabili e possono essere puliti tramite un semplice lavaggio con l’acqua, di solito una volta l’anno.
  • filtri con carbonio attivo: hanno lo scopo di disinfettare e purificare l’aria. Vengono anche utilizzati nell’industria dell’auto.
  • filtri di catechina: hanno lo scopo di purificare l’aria e sono lavabili. Il nome catechina proviene dagli estratti di thè verde che contiene. La catechina è un antiossidante che neutralizza l’odore di tabacco ed i batteri.
  • filtri ionizzanti: trattengono la polvere
  • filtri elettrostatici: distruggono gli allergeni

8. Altre Caratteristiche

  • Programmazione: è utile poter programmare il condizionatore per far sì che si accenda ad una determinata ora, per esempio 1 ora prima che torniate da lavoro.
  • Il deumidificatore è una ulteriore funzione che vi aiuta a regolare il livello di umidità in una stanza
  • Il riscaldamento è altrettanto utile, soprattutto durante la primavera e l’autunno
  • Telecomando: è consigliabile che sia dotato di un display lcd/led
  • Design: esistono condizionatori classici da appartamento, rettangolari e bianchi, ma ci sono anche modelli quadrati o di dimensioni maggiori, che sembrano quadri. La maggior parte delle persone preferisce un colore o un design che permetta che il condizionatore non risulti troppo evidente nella stanza.

9. Montaggio

Il condizionatore dovrà essere montato e questo rappresenta un ulteriore costo. Verificate se il montaggio è incluso nel prezzo o quanto costi e soprattutto il tempo di realizzazione.
Il montaggio verrà eseguito da una ditta specializzata, associata con il produttore, in modo da non rischiare di perdere la garanzia. Prendi in considerazione che dopo il montaggio è possibile che siano necessari alcuni lavori minori di manutenzione ed imbiancatura.

In Vendita 1
Climatizzatore Hisense Easy smart 12000 Btu A++ R32 CA35YR01G
  • Condizionatore Climatizzatore Inverter
438,00 €
  Vedi su Amazon
In Vendita 2
In Offerta
Samsung Clima AR12NXFPEWQNEU+AR12NXFPEWQXEU Climatizzatore Quantum
  • 2 Step Cooling. Lavora alla massima potenza per raggiungere rapidamente ...
429,99 €
  Vedi su Amazon
In Vendita 3
Climatizzatore Condizionatore Hisense NEW ECO EASY 9000 TE25YD01G
In Vendita 4
In Offerta
Ariston 3381274 PRIOS R32 12000 BTU Climatizzatore Monosplit WI-FI

Prezzi

Il prezzo di questo prodotto parte da 250 euro per quanto riguarda i modelli più economici e con un rapporto qualità prezzo soddisfacente si può arrivare fino a 700 euro per i modelli più avanzati oppure destinati all’utilizzo professionale anche se, la maggior parte sono destinati ad un utilizzo nella propria casa o domestico.

In commercio sono disponibili molti prodotti e puoi comprare un prodotto nuovo oppure anche uno usato tramite negozi come Amazon, eBay. Qui puoi leggere le recensioni e le opinioni di alcuni utilizzatori. Nel caso ti chiedessi quali sono i migliori prodotti oppure quale scegliere, spero che questa guida ti sia tornata utile.

Leggi la nostra disclaimer sui prezzi.

(1 votes, average: 5,00 out of 5)